Gli sponsor

ondine-or-gialle

Il festival Sulla Terra Leggeri è realizzato grazie alla collaborazione delle Amministrazioni comunali, delle Istituzioni, delle attività e delle associazioni culturali locali che, con entusiasmo, entrano in contatto con l’idea, la sposano e danno il loro contributo alla riuscita degli eventi in programma.

Questa edizione del festival è resa possibile grazie a:

Assessorato alla pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport e Assessorato al turismo della Regione Autonoma della Sardegna, la Fondazione di Sardegna e le amministrazioni dei comuni coinvolti: quella di Sassari che sin dalla prima edizione ha creduto nel festival e l’ha supportato con partecipazione; quelle di La Maddalena e Siliqua, che ci ospitano per la prima volta.

Sulla terra leggeri ha da anni una vocazione itineran- te e siamo sempre felici di essere ospitati in paesi nuovi, di poter portare le storie di scrittori e artisti agli abitanti delle diverse zone della Sardegna. Per questo ringraziamo i comuni di La Maddalena e Siliqua e le persone che hanno lavorato con noi per realizzare queste due serate di anteprima: Bachisio Bachis e Michela Calledda a Sili- qua e Gianmichele Lisai a La Maddalena e la Consulta delle Donne e Germano Orrù che ci hanno accolto per l’anteprima a Uta.

Anno dopo anno Radio3 Rai rinnova a Sulla terra leggeri una media partnership, riconoscendone la solidità e il lavoro culturale.

A credere nel festival sono anche Sky Arte, che lo sostiene promuovendolo e raccontandolo, e Tiscali, azienda grazie alla quale possiamo mandare in diretta streaming alcuni degli appuntamenti del festival a noi più cari.

Anche per questa edizione il festival ha attivato una fitta rete di collaborazioni che arricchiscono e completano la rassegna: l’Istituto Italiano di Cultura di Dublino, la Campagna Amica di Coldiretti, che sarà presente durante le tappe sassaresi del festival per proporre cibo a chilometro zero e street food, lo spazio di coworking e attività culturali nel cuore di Sassari Via Roma 105.

Fondamentale è la collaborazione con i librai, in particolare per l’edizione in corso i Librai sardi in rete a Sassari e la libreria Edumondo di Cagliari a Siliqua.

Sulla terra leggeri gode quest’anno anche della collaborazione con l’Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” di Sassari. Ringraziamo il direttore Antonio Bisaccia e il professor Federico Soro per aver coinvolto gli studenti nella documentazione fotografica del festival.

Molto importante è anche l’accoglienza che le numerose strutture alberghiere e di ristorazione diffuse sul territorio garantiscono ogni anno agli ospiti e allo staff del festival, in particolare l’Hotel Leonardo da Vinci e la Guest House Piazza Azuni 18 di Sassari.

Per l’edizione di quest’anno l’Associazione Camera a Sud collabora, durante l’anno e nei giorni del festival, con numerose associazioni culturali, biblioteche, scuole, altri festival: Consulta delle donne di Uta, Associazione Archivio Distratto, Babeuf libreria caffè di Cagliari, che ospita l’Associazione Camera a Sud per reading e biliardini letterari, Liceo Classico Musicale e Coreuti- co D.A. Azuni, Liceo Scientifico Statale G. Spano e I.I.S. Pellegrini di Sassari, Istituto tecnico Mossa di Oristano, Biblioteca comunale di Sassari, Sistema Bibliotecario Coros Figulinas, Sistema Bibliotecario dell’Anglona e della Bassa Valle del Coghinas, Biblioteca Simpliciana di Olbia, festival “Il filo del discorso di Olbia”, festival “Lacanias” di Neoneli, Scuola Civica di Cinema di Sassari, Casa di Reclusione “Salvatore Soro” – Massama (Oristano), Ospedale Binaghi di Cagliari, Associazione AVIS.